Pallavolo è rosa. E i palavolley?

Curiosando nei risultati del Monitoraggio CONI-FSN-DSA 2015 redatto dal Centro Studi e Osservatori Statistici per lo Sport di Coni Servizi, pubblicato lo scorso agosto, ci siamo soffermati sui dati riguardanti il mondo dello sport femminile.

Partendo dal totale degli atleti tesserati in Italia nel 2015 (4.291.201 nelle Federazioni e altri 244.121 nelle Discipline Sportive Associate), la percentuale femminile è pari al 27%, in netto aumento rispetto al 24% del 2013.
Gli atleti di sesso maschile sono la maggioranza in ben 37 Federazioni su 43, con in testa calcio, tiro a volo e motociclismo dove gli uomini superano il 95% rispetto alle donne.
In 6 discipline invece la componente femminile è maggioritaria: precisamente – in ordine di percentuale – la ginnastica (89%), la pallavolo (77%), la danza sportiva, gli sport equestri, il pattinaggio e gli sport su ghiaccio.
Indubbiamente, tra queste la pallavolo ha la maggiore incidenza numerica, dove le atlete tesserate sono infatti 290.000 su quasi 375.000.
Altra curiosità, tra le discipline sportive associate solo il twirling (molto diffuso nella provincia del nord Italia) è composto in prevalenza da donne (il 97%).
Da notare che, se complessivamente gli atleti tesserati hanno nel 55% dei casi un’età inferiore a 18 anni, “l’età di avvicinamento allo sport per i ragazzi si colloca in ritardo rispetto alle ragazze, le quali però anticipano l’età di abbandono dell’attività sportiva. Nell’età dell’adolescenza l’interesse per lo sport diminuisce indipendentemente dal sesso. Dopo la maggiore età per le atlete il calo prosegue gradualmente, mentre per i maschi l’attività sportiva da tesserato ritorna a crescere e ad intensificarsi per alcune specialità sportive” (e qui abbiamo citato letteralmente lo studio del Coni).
Sono tutti dati e considerazioni che non devono essere trascurati nella pianificazione e nella progettazione dell’impiantistica sportiva: da un lato, per adeguare sempre i servizi offerti al tipo di utenza (la pallavolo, evidentemente, è rosa: se ne tiene conto nel progettare un impianto di volley?); dall’altro, per ricordare che la dotazione di impianti è in grado di influenzare, a sua volta, le scelte dei potenziali atleti sul territorio.