Stadio provvisorio a Cagliari

Nel quadro del progetto per la realizzazione del nuovo stadio Sant’Elia, per consentire alla squadra del Cagliari di giocare le partite in casa durante i lavori – non essendoci in Sardegna altri campi adeguati e prevedendo la demolizione dello stadio attuale – è stato realizzato un impianto sportivo provvisorio, che occupa la zona dei parcheggi a est del Sant’Elia.

L’impianto sportivo resterà in efficienza il tempo necessario per consentire la realizzazione del nuovo Sant’Elia, presumibilmente per un periodo che andrà dai 3 ai 4 anni. Nel momento in cui sarà funzionante il nuovo stadio, l’impianto sportivo provvisorio verrà completamente smontato e saranno eseguite le opere di ripristino dello stato dei luoghi.

La prima stagione sportiva viene disputata nell’impianto sportivo provvisorio in assenza di lavori all’interno dell’attuale stadio Sant’Elia; nelle successive 2/3 stagioni verranno eseguiti i lavori di realizzazione del nuovo stadio al termine dei quali, nel periodo di pausa interposto fra due stagioni sportive successive, si provvederà alla rimozione dell’impianto sportivo provvisorio e al ripristino dei parcheggi, garantendo la piena fruibilità del nuovo Sant’Elia.
La realizzazione ha previsto il riutilizzo delle tribune “Dalmine” già di proprietà del Cagliari Calcio e poste all’interno dello stadio Sant’Elia, e il riutilizzo della Tribuna Principale già installata all’interno dell’impianto sportivo di Is Arenas.
Lo stadio è realizzato interamente in acciaio con tecnologia prefabbricata. Questo ha permesso una costruzione veloce, leggera ed economica. Inoltre lo stadio dopo l’utilizzo può essere smontato e riutilizzato oppure tutto il materiale può essere riciclato.
La tribuna centrale è dotata di copertura per mitigare l’impatto del sole e della pioggia in modo da risultare confortevole ed adatta ad essere utilizzata in ogni stagione. L’impianto sportivo provvisorio è stato progettato con una curva di visibilità perfetta, sedute ergonomiche, uscite di sicurezza ben dimensionate, toilettes facili da raggiungere ed una illuminazione del campo perfetta.
Il nuovo stadio provvisorio può ospitare 16.233 spettatori così ripartiti:
– Main Stand 3.232 posti
– Tribuna Nord 4.384 posti
– Tribuna Sud 4.313 posti
– Tribuna Est 3.889 posti
– Tribuna Ospiti 415 posti.

La Main Stand
La Main Stand o “Tribuna Principale” è il cuore funzionale dello stadio. All’interno ci sono tutte le funzioni necessarie per lo svolgimento di una partita della massima serie: spogliatoi per calciatori e arbitri, sale mediche, antidoping, sale lavoro giornalisti, sala conferenze, locali per impianti tecnologici e servizi di supporto a VIP, Autorità e pubblico.
La tribuna, posizionata ad ovest, è dotata di 3.232 posti a sedere ed è interamente coperta: la coppia di pilastri più esterna lungo ogni asse strutturale sale oltre alla quota dell’ultimo gradone per un’altezza di 2,60 m sotto trave, da qui si aggancia una struttura reticolare che sorregge la copertura. Questa ha un’unica pendenza verso l’esterno del 3%, ed ha un’altezza di 14.80 m all’esterno dello Stadio (linea di gronda). La copertura è rivestita superiormente in pannelli metallici. La copertura ha anche la funzione di supportare gli apparecchi illuminanti per l’illuminazione del campo e degli spalti.
La fondazione è composta da un reticolo di travi a sezione rettangolare di 60 cm di altezza armate con circa 100 kg/mq. L’ancoraggio dei pilastri avviene con delle piastre metalliche annegate nella fondazione. La dimensione della platea di fondazione in pianta è di124 m x 22 m.
La struttura portante della tribuna è in carpenteria metallica con colonne portanti in profilo HEA 300, con fili strutturali interasse 8 metri ed ancorati a piastre metalliche mediante bullonatura. Le travi principali sono in profilo HEA 200, mentre le travi diagonali per l’ancoraggio dei gradoni sono in profilo HEA 300. La copertura è in capriate a mensola reticolari con profilo principale UPN 240 e distanziali UPN 100.
Questa struttura è interamente zincata e componibile, composta da elementi prefabbricati con dimensione massima inferiore a 12 metri per velocità di montaggio, smontaggio e facilità di trasporto.
Tutti i solai strutturali sono realizzati in lamiera grecata collaborante e getto di calcestruzzo con uno spessore complessivo di 10 cm. Tutti i percorsi distributivi e le vie d’esodo sono in materiale incombustibile.
Gli spalti della Main Stand sono realizzati con gradoni in legno lamellare. Il gradone è uno degli elementi strutturali della tribuna, con schema statico di trave appoggiata. Il modulo base è di 8 metri di lunghezza, ha una geometria ad L, con pedata 80 cm ed alzata 40 cm per la parte inferiore, e pedata 80 cm ed alzata 50 cm per la parte superiore dopo il corsello intermedio. Esternamente la Main Stand è rivestita da pannelli sandwich dello spessore di 8 cm.
L’accesso alla tribuna avviene attraverso quattro scale di metallo larghe 3,60 m che conducono ad altrettanti vomitori. Quelli alle estremità della tribuna hanno una larghezza di 4,10 m ed un’altezza di 2,20 m sotto trave, i due centrali hanno una larghezza di ml 7,40 e un’altezza di m 2,20 sotto trave, dimensionati in modo tale da garantire un esodo di 1.500 spettatori. Due scale da 1,20 m sono inserite nei due lati corti parte terminale della tribuna per l’esodo del pubblico.
I vomitori si aprono su un corsello intermedio della larghezza di 1,80 m che corre lungo tutta la tribuna e ha la funzione di percorso di smistamento. Dal corsello partono le scale di smistamento da1,20 m per raggiungere la parte inferiore e superiore della Tribuna.
Le sedute sono a ribaltina della serie M 2012 della OMSI. Le prime 7 file, montate su gradone di 80 cm di pedata e 40 cm di alzata, sono sedute in polipropilene e poliammide ignifugo classe 1. Le seconde 10 file, montate su gradone di 80 cm di pedata e 50 cm di alzata, sono sedute in polipropilene e poliammide ignifugo classe 1. Il passaggio che si crea tra lo schienale di una fila e l’ingombro della seduta successiva è pari a 48 cm (la norma prevede minimo 35 cm per il passaggio).
Gli spalti della Main Stand sono realizzati con gradoni in legno lamellare prodotti dalla HolzbauRubner di Bressanone. Il gradone è da considerarsi come elemento strutturale con schema statico di trave appoggiata. In caso d’incendio nella parte superiore degli spalti, il gradone reagisce con la carbonatazione della superficie riducendo la sezione resistente di 0,7 mm/minuto. Il gradone mantiene comunque una sezione resistente anche dopo 60 min di esposizione al fuoco.
Il gradone è interamente rivestito di POLIUREA (classe 1 di resistenza al fuoco), con uno spessore medio di posa 2,5 mm. Questo materiale ha un’ottima resistenza meccanica al calpestio e permette una protezione superiore all’umidità delle strutture in legno lamellare, oltre ad un’ottima sigillatura della tribuna all’acqua e alle infiltrazioni. Tale materiale è stato usato recentemente con successo nella tribuna principale dello stadio di Livorno

Le tribune amovibili
Ai fini della completa smontabilità, si è scelto di realizzare le tribune Nord, Sud, Est e Ospiti con tecnologia tipo Dalmine (che ha in sé tutte le caratteristiche delle opere provvisionali), a differenza della tribuna principale in legno lamellare.
Queste tribune sono appoggiate mediante piastre di appoggio regolabili direttamente su blocchi in calcestruzzo prefabbricati delle dimensioni di cm 50x50x10. Il passo strutturale delle tribune Dalmine da 2,25 m permette di scaricare direttamente sul terreno (carico puntiforme assimilabile a carico distribuito) tutto il peso proprio della struttura e dei carichi accidentali. Non occorrono, quindi, per la posa in opera di queste tribune, plinti o platee di fondazione. E’ sufficiente una semplice scorticatura del terreno ed un leggero livellamento dello stesso. La realizzazione di raccordi è effettuata con gradoni curvi tra la tribuna Nord e la tribuna Est e tra la tribuna Est e la tribuna Sud.
Si è previsto, inoltre, di addossare dei moduli prefabbricati alla tribuna Est, in modo da ricavare superfici destinate ad ospitare la posa di un Maxiscreen.
Tutti i volumi esterni per biglietterie, accrediti, locale steward, servizi igienici, infermerie, sono costituiti da blocchi prefabbricati poggiati sulla pavimentazione del parcheggio, privi di fondazione.
Per quanto concerne le torri faro, infine, si è deciso in accordo con il Comune di Cagliari, di riutilizzare le torri già a servizio dello stadio Sant’Elia.