Andora (Savona): Nuovo campo di calcio a 11 in erba sintetica

È stato inaugurato lo scorso 3 luglio il nuovo campo di calcio in erba artificiale del Comune di Andora, “Comune Europeo dello sport 2018″, realizzato con un mutuo concesso a tasso zero dal Credito Sportivo, che sostituisce il vecchio campo in ghiaia.

Il campo, omologato dalla LND, sarà adatto sia agli allenamenti che alle partite, dal livello dei ragazzi più piccoli e fino alla Serie A. Si tratta infatti del sistema, top di gamma, già scelto dal Bologna F.C. per il centro allenamento di Casteldebole, protagonista dello “Studio Superfici di Gioco” redatto dal prof. Testa che ha coinvolto diversi calciatori professionisti per un’intera stagione, dimostrando come tale soluzione risulti paragonabile a un campo naturale (ne abbiamo parlato su Tsport 320).

Il manto

Il manto in erba artificiale da 50 mm di altezza è composto da una fibra con particolare forma a due sezioni combinate e legate, non ritorte, con ispessimento centrale di rinforzo a diamante, atte a garantire elevatissima resistenza, resilienza e durata nel tempo.
La particolare struttura a due sezioni e la particolare zigrinatura superficiale, oltre che lo speciale polimero di polietilene, consentono un ottimo comfort di gioco. I polimeri di cui la fibra è composta riducono sensibilmente i coefficienti di abrasione e di rifrazione della luce oltre ad assicurare, dopo il calpestio, un costante ritorno della fibra in posizione verticale garantendo l’ottimale rotolamento del pallone durante i passaggi ed agevolando la pratica della manutenzione.
L’intaso di stabilizzazione è in speciale sabbia a componente silicea maggiore o uguale all’85%, di granulometria controllata da 0,4mm a 1,25mm, lavata ed essiccata, arrotondata e priva di spigoli e asperità.

L’intaso prestazionale

L’erba sintetica è intasata con un granulo prestazionale organico di sintesi, prodotto con polimeri di origine termoplastica al 100%, contenente fibre di origine vegetale, non vulcanizzato in modo che il granulo sia riciclabile al 100% e possa essere completamente recuperato a fine vita, per essere sciolto, ri-forgiato, stampato o ri-estruso. Può essere riutilizzato in processi industriali che diano vita alla produzione per estrusione, stampaggio etc. dello stesso granulo o un altro prodotto termoplastico di qualsivoglia foggia, configurando così un processo di riciclo completo: dall’utilizzo del granulo recuperato a fine vita senza oneri di discarica alla produzione del nuovo granulo o di un nuovo oggetto con un conseguente vantaggio economico e un minor impatto ambientale.
Di granulometria controllata in conformità ai regolamenti in vigore FIFA e FIGC-LND Standard e Professional, è resistente agli agenti atmosferici e ai raggi UV, di ottima resistenza e durabilità al calpestio, antiabrasivo, atossico e conforme alla norma EN 71-3 sulla sicurezza dei giocattoli.
È inoltre volumizzante per l’ottima densità apparente e di particolare conformazione a cellule aperte porose per una ritenzione idrica controllata ed un conseguente minor consumo di acqua di irrigazione e un maggior confort di gioco.

 

Il sottotappeto

Il sistema è stato completato con un sottotappeto tridimensionale a griglia modulare, performante, realizzato per garantire ed ottenere elevate capacità drenanti soddisfacendo i massimi valori di drenaggio, sia in verticale, che di scorrimento in orizzontale.
Il tappeto, prefabbricato, è prodotto mediante stampaggio ad iniezione con polimeri di polipropilene riciclabile al 100%, ed è costituito da pannelli componibili saldati ad ultrasuoni di dimensione 120 x 80 cm, preassemblato in “easy pach” di pannelli anellati tra loro per facilitare la posa in opera Esso è munito nella parte sottostante di un reticolo di alette elastiche posizionate geometricamente per l’assorbimento degli urti e per raggiungere elevate performance in tema di deformazione verticale. Resistente al gelo, alle deformazioni e ai carichi, munito di barriera geotessile ad elevata permeabilità in grado di scongiurare possibili fuoriuscite di intaso, è attestato a norma di regolamento FIGC LND come componente di sistemi in erba sintetica.