Cesenatico (Forlì-Cesena): Il Naviskate Park al Parco di Levante

Il nuovo impianto sportivo, di recente inaugurato e già ampiamente utilizzato da un pubblico di appassionati degli sport su rotelle, ha ricevuto un nome e un logo grazie al coinvolgimento di giovani cittadini.

Lo skatepark, progettato dallo Studio Lotti, ha una conformazione che lo rende adatto a ogni livello di utenza, dagli skater in erba agli agonisti. Inserita nel parco di Levante, lungo viale dei Mille, adiacente al liceo scientifico, la struttura ha un ruolo non solo sportivo, ma anche sociale, aggregativo e di valorizzazione dell’area verde cittadina.
Un regolamento appositamente studiato ne stabilisce gli orari di utilizzo – dalle 9 del mattino fino a un’ora prima dal tramonto, per tutti i giorni dell’anno – a titolo gratuito per appassionati di skateboard, pattini in linea e bmx, dotate di pedali e tappi manubrio in plastica. Naturalmente indossare il casco protettivo ben allacciato è d’obbligo, mentre viene consigliato l’uso di protezioni quali ginocchiere, gomitiere e polsiere.

Il progetto è nato nel 2019 a seguito di un percorso partecipato tra ragazzi, genitori, scuole di skate, comitato di Zona ed esperti, per dare voce all’esigenza di realizzare una “bowl”, una struttura difficilmente rintracciabile nell’area della provincia di Forlì-Cesena, caratterizzata da sicurezza e accessibilità. L’esigenza era proprio creare un impianto che accogliesse i ragazzi, che in precedenza praticavano per strada, che fosse sicuro e che potesse rendere possibile anche l’attivazione della scuola di skate in città.

Il manufatto è stato reso accessibile e integrato nel parco, con un riporto di terreno per la realizzazione di scarpate perimetrali seminate a prato. La bowl progettata ha un’estensione di circa 335 metri quadrati e altezza 150 centimetri di media, elevati a 200 e 220 in alcuni punti. Diversi gli ostacoli presenti, come spina, hip, goccia e diversi bordi – lips in cemento, pool coping e coping in ferro. È stata prevista anche una piastra a ostacoli “street”.
L’intervento ha comportato un investimento complessivo di circa 148.000 euro e si è completato in circa 140 giorni.