Costruendo: i lavori di ottobre

Prosegue l’onda lunga dei lavori ripresi dopo il lockdown della primavera scorsa. E molti i progetti programmati.

Cantiere per l’ampliamento del centro natatorio di Andalo (2019), D.L. ing. Edoardo Iob (archivio Tsport).

Il nostro osservatorio sulle attività di programmazione e realizzazione di impianti sportivi rileva, per i lavori di ottobre, la conclusione di molti dei cantieri che, sospesi la scorsa primavera, erano ripartiti appena concluso il lockdown. Si tratta di impianti molto diversificati, non solo le riqualificazioni in erba sintetica dei campi da calcio e calcetto, ma anche tensostrutture, superfici polivalenti, lavori di efficientamento energetico.  Così come sono conclusi i lavori in molti parchi gioco, anche se spesso, per i persistenti rischi sanitari, vengono evitate, o ridotte al minimo, le cerimonie di taglio del nastro.

Programmi e progetti

E per il futuro? Se ancora la situazione sanitaria mantiene una notevole incertezza sulle possibili limitazioni agli spostamenti e alle attività, il lavoro di programmazione e la messa in cantiere di progetti per il futuro non si è fermato, anche grazie ai bandi nazionali e regionali che prevedono contributi e agevolazioni per la realizzazione o la ristrutturazione degli impianti sportivi.

Fra gli altri, diamo conto, in questa rassegna, di numerosi bandi di affidamento d’incarico o gare di project financing che daranno luogo, nei prossimi mesi, all’apertura di altrettanti cantieri.

Ricevi gli aggiornamenti sui bandi, finanziamenti e lavori

Se vuoi ricevere l’elenco dei finanziamenti, bandi, lavori in corso, e le notizie dello sport facility, contatta la redazione.

    [recaptcha]



    Inviando la richiesta di iscrizione alla newsletter Sport&Impianti, Costruendo, accetto il trattamento dei dati secondo GDPR (UE 2016/679).