L’autunno del tennis a Torino: dagli ATP Finals alla Coppa Davis

Il PalaAlpitour, già designato per il torneo ATP in novembre, ospiterà nelle settimane successive anche due gironi e un quarto di finale della Davis.

Torino, Piazza d’Armi con il PalaAlpitour (foto Michele Vacchiano).

La ITF (Federazione Internazionale Tennis) e Kosmos Tennis (partner della ITF per la Coppa Davis) hanno annunciato nei giorni scorsi il programma della fase finale del torneo che si svolgerà nel prossimo autunno.

La città di Torino, che già si era assicurata (per i prossimi cinque anni) lo svolgimento delle ATP Finals, è stata designata, insieme con Madrid e Innsbruck, quale sede di due dei sei gironi da tre squadre, e di uno dei quarti di finale della Coppa Davis. Sarà Madrid, invece, ad ospitare le semifinali e la finale.

Il ruolo del PalaAlpitour nel tennis torinese

È l’occasione per l’ex Palazzo del ghiaccio progettato da Arata Isozaki per le Olimpiadi invernali del 2006, ora noto come PalaAlpitour, di consolidare la sua vocazione ai grandi eventi internazionali, e in particolare nei confronti del tennis, uno sport che richiede la posa di una pavimentazione con specifiche caratteristiche.

Come per gli Australian Open di Melbourne, le ATP Finals svoltesi fino al 2020 a Londra, o le finali di Coppa Davis a Madrid, al PalaAlpitour si giocherà su una superficie sintetica veloce GreenSet®. Gli allenamenti si terranno invece allo Sporting Circolo della Stampa.

Il calendario prevede le ATP Finals dal 14 al 21 novembre, per le quali sono già in vendita i biglietti, nella convinzione che in autunno saranno superati i divieti per il pubblico in presenza.

Si riprenderà il giorno 25 con il girone E della Davis, cui partecipano Italia, USA e Colombia, e il girone D con Croazia, Austria e Ungheria. Torino ospiterà quindi, il 29 novembre, i quarti di finale tra i vincitori dei due raggruppamenti, prima del rush finale a Madrid.

Le dichiarazioni della politica

Riportiamo in proposito la dichiarazione del sottosegretario allo sport Valentina Vezzali: “Esprimo grande soddisfazione a nome del Governo, per l’ennesimo riconoscimento non solo al tennis italiano ma anche al nostro Paese ed alle sue capacità organizzative in materia di eventi sportivi. Poter ospitare a Torino le fasi finali della Davis Cup è l’ennesimo successo del tennis azzurro in questo periodo peraltro già ricco di soddisfazioni grazie ai risultati dei nostri atleti. Il Governo e nello specifico il Dipartimento per lo Sport saranno al fianco della Federtennis e del Comune di Torino anche per questo evento, che seguirà di qualche giorno lo spettacolo delle Nitto ATP Finals”.

Per la città di Torino è anche l’occasione di rivedere gli spazi urbani che saranno coinvolti dall’evento, come la Piazza d’Armi; ne parla il Sindaco Chiara Appendino attraverso alcuni post e video della sua pagina Facebook:

https://www.facebook.com/1090447984299150/videos/1778711182303159

https://www.facebook.com/chiara.appendino.torino/posts/4225942767416307

https://www.facebook.com/chiara.appendino.torino/posts/4229385753738675

(Crediti fotografici: Shutterstock x2, Tsport, Camera dei Deputati, pagina FB Chiara Appendino).