Palazzetto dello sport a Dolní Břežany (Repubblica Ceca)

Il nuovo palazzetto dello sport è adiacente alla scuola primaria Dolní Břežany. Può essere utilizzato dalla scuola per le lezioni di educazione fisica ed è aperto al pubblico per attività sportive e culturali. Ben integrato con l’ambiente circostante e lo spazio pubblico, offre posti a sedere per 250 spettatori.

La cittadina di Dolní Břežany, nella Boemia centrale, con i radicali cambiamenti di cui è stata oggetto negli ultimi anni, è oggi un luogo moderno e attraente, nel quale l’Amministrazione esercita un’attenzione particolare agli aspetti architettonici e urbanistici degli spazi pubblici.
Anche il complesso della scuola primaria adiacente al palazzetto dello sport è stato oggetto di un’importante ristrutturazione ed ampliamento; con il nuovo impianto la scuola ha ottenuto un nuovo spazio per l’educazione fisica, mentre la sala è utilizzata dalle associazioni sportive locali e dalla popolazione la sera per praticare sport ricreativi. Le generose dimensioni degli interni rendono inoltre il luogo adatto per eventi culturali e sociali.
L’ edificio è situato ai margini di un’area abitata, al centro di una grande zona di sviluppo. Un concetto architettonico accattivante – una forma ellissoidale rotazionale spaziale – vuol essere la risposta ad esigenze attuali e aprire nel contempo a un futuro sconosciuto.
La sala ha una forma arrotondata, liscia e astratta. La cupola avvicina la scala agli esseri umani, la superficie metallica rispecchia l’ambiente circostante, mentre i bordi del cielo e del tetto rimangono offuscati. L’edificio mimetizza le sue dimensioni reali e ha un aspetto più piccolo di quello reale. L’ampia scala antistante la hall, incastonata nel terreno come l’edificio stesso, delinea lo spazio pubblico e crea un anfiteatro naturale.

L’interno

Mentre l’esterno distingue il palazzetto dello sport dalla scuola, l’interno si fonde con esso utilizzando una combinazione di superfici bianche e grigie e legno massello. La disposizione interna riflette l’ambiente circostante. L’ingresso per i visitatori è perpendicolare alla strada e al parcheggio, la finestra scorrevole verso ovest con vista sulla città fornisce un collegamento con il cortile della scuola, e la finestra verso est è uno sguardo al futuro.
La sala è integrata nella scuola attraverso una passerella. Il cuore del padiglione è una superficie sportiva di 45 × 25 metri, di 8-9 metri di altezza, divisa verticalmente in tre parti con tende mobili. Ognuno dei terzi è adatto ad un campo da pallavolo; la divisione permette di gestire tre classi in parallelo. Gli spogliatoi con servizi igienici sono situati sul lato scuola, al piano terra, mentre sbarramenti in muratura li dividono dall’area sportiva; la sala macchine e gli uffici si trovano al primo piano. Sul lato pubblico c’è una tribuna per 250 spettatori, situata al di sopra dei magazzini per le attrezzature sportive e altre strutture. Una passerella che collega le due parti della tribuna si affaccia su un vestibolo aperto con uno snack bar, anch’esso uno spazio importante. Lo studio grafico Les kanců ha progettato un originale sistema di segnaletica per il palazzetto dello sport, composto da pittogrammi e numeri dipinti a mano direttamente sulle pareti in calcestruzzo architettonico.

Tecnologia

La costruzione del padiglione combina pareti arcuate in cemento armato portante e una struttura spaziale in acciaio con travi a capriate curvate di larghezza fino a 44 metri. La facciata è realizzata in tegole di colmo in alluminio naturale, la superficie della sezione del tetto con tubi luminosi è ricoperta da una membrana impermeabilizzante bianca. Nella sala sono state applicate diverse misure acustiche per ottenere il corretto tempo di riverbero e una buona chiarezza del parlato. Il soffitto e le pareti sono rivestite con pannelli acustici resistenti; il rivestimento in larice è stato applicato fino a 2,5 metri di altezza. Il riscaldamento e raffreddamento è assicurato da una pompa di calore che preleva il calore dal sottosuolo mediante un sistema a 24 fori con profondità di 112 metri. Il rendimento finanziario del sistema è stato calcolato a 8 anni.
La pavimentazione sportiva – in linoleum con spessore 3,2 mm ad elevata resistenza – è stata posata su una base superficiale flessibile, sotto la quale è stato installato il riscaldamento a pavimento. La luce diurna raggiunge la sala attraverso 68 tubi luminosi del diametro di 1,2 metri. Il sistema di illuminazione artificiale include un sensore di esposizione alla luce, che consente di regolare automaticamente l’ intensità e il consumo di illuminazione in base all’ ora del giorno. Nel padiglione è stata installata illuminazione a LED.