Lynchburg, Virginia (USA): Centro Atletico Universitario

Il nuovo centro di atletica leggera della Liberty University, di quasi 6.000 metri quadrati, integra aree di studio accademiche con strutture di riabilitazione, allenamento e “strenght & conditioning” all’avanguardia, uffici accademici e amministrativi, sala attrezzi, e una “fueling station” per gli studenti-atleti.

L’edificio, situato dietro lo stadio Osborne e il Matthes-Hopkins Track Complex vicino al Liberty Baseball Stadium, è stato inaugurato il 3 novembre 2017. Circa un terzo dello spazio è riservato a uffici accademici, centri di tutoraggio, a un’aula di strength & conditioning, e a numerose aree di perfezionamento accademico.
Progettato per essere il fulcro centrale dell’atletica leggera della Liberty University, l’impianto comprende una sala pesi olimpica e un centro di allenamento atletico per la riabilitazione a breve e lungo termine degli studenti-atleti della Liberty NCAA I Division. L’edificio a tre piani ospita anche una sala attrezzi al servizio degli sport olimpici e un’importante fueling station situata nell’ingresso principale dell’edificio, gestita dallo staff nutrizionale della Liberty.
Il secondo piano ospita gli uffici amministrativi del Direttore dell’Atletica, l’Amministrazione, la Comunicazione, il Marketing, lo Strength & Conditioning, la Radiodiffusione e Servizi Video e le operazioni interne.
Gli architetti hanno creato un design moderno simile a quello degli altri nuovi edifici del campus. La struttura a tre piani, terrazzata, è stata costruita sulla collina esistente, con la sua architettura che curva con l’andamento del terreno.

L’organizzazione degli spazi

Il Liberty University Academic + Performance Center ospita tre componenti vitali per il pieno sviluppo dello studente-atleta che partecipa alle attività sportive intercollegiali: consulenza accademica, Strength & Conditioning, Medicina dello Sport. Queste componenti del programma creano atmosfere dinamiche e sinergie in un edificio che celebra il benessere del corpo, della mente e dello spirito.
Le condizioni uniche del sito e le esigenze spaziali del programma hanno richiesto una risposta organizzativa e sezionale incentrata sull’atrio che permette alla luce diurna di penetrare con abbondanza in profondità, prevenendo quello che avrebbe potuto essere un ambiente altrimenti triste dato il limitato accesso alla luce diurna dal retro dell’edificio. L’atrio è l’elemento spinale che collega tutti i diversi pezzi del programma architettonico, influenzandoli positivamente con la luce del giorno e dei flussi del sistema naturale, consentendo nel contempo una vista spettacolare sulle montagne. Le sezioni dello Strength & Conditioning e la Medicina dello Sport occupano il primo livello sull’atrio principale. Questi due spazi autonomi hanno proiezioni mezzanine al livello 2 dove si trovano gli uffici e la sala cardio. La componente accademica, che ospita aule, uffici, sale riunioni e tutoraggio, occupa il livello 2 ad est dell’edificio e tutto il livello 3.

Lo spazio come esperienza olistica

Quando la Liberty University decise di costruire un Centro Accademico e di Performance, la biofilia era parte della soluzione finale, ma non lo scopo iniziale del lavoro. L’edificio aveva inizialmente bisogno di sostenere lo studente atleta attraverso spazi per lo studio accademico, lo Strength & Conditioning, e la formazione. Ma doveva anche essere qualcosa di più, un edificio che celebrasse il benessere e il “placemaking” (“the art of creating public ‘places of the soul,’ that uplift and help us connect to each other.”). Attraverso l’incorporazione di elementi biofilici come luce diurna abbondante, elementi acquatici, vegetazione interna, un tetto verde, e l’espressione ritmica di materiali naturali, l’edificio è diventato più di una semplice espressione fisica di sostegno per gli atleti studenti: è diventato – affermano i progettisti – un’esperienza olistica per gli studenti, che emana benessere e rafforza il corpo, la mente e lo spirito.

Che cos’è lo Strength & Conditioning

Lo Strength & Conditioning è un’espressione che mira a definire la completa preparazione fisica di un atleta in relazione a un determinato sport: una preparazione specializzata, programmata e periodizzata. In questo ambito, l’atleta è messo in grado di soddisfare i bisogni di produzione energetica richiesti dal proprio sport specifico.
Lo scopo dello Strength & Conditioning è quindi quello di incrementare e migliorare tramite l’ottimizzazione dei sistemi energetici del corpo umano le abilità specifiche neurali e metaboliche dell’atleta a questi sistemi collegate: forza, potenza, capacità aerobica, resistenza.
Lo Strength & Conditioning conduce a coordinare al massimo delle loro potenzialità i sistemi energetici con tutti gli altri sistemi del corpo umano: nervoso, muscolare, endocrino, cardiovascolare, al fine di renderli funzionali alla disciplina di riferimento.
Un programma efficace di Conditioning sarà specifico in relazione all’atleta, in relazione al profilo energetico dell’attività di riferimento in relazione all’abilità su cui si vuole lavorare.

Che cos’è la Fueling Station

Le “stazioni di rifornimento” nelle Università americane sono in genere allestite dove abbiano un facile accesso gli atleti che si allenano e gareggiano. La stazione fornisce cibo e bevande a costo zero per l’atleta, con l’obiettivo di favorire l’assunzione dei necessari apporti energetici, piuttosto che creare barriere a farlo.
L’offerta di cibi e bevande è mirata: vengono erogati i giusti tipi di carboidrati da utilizzare per l’allenamento e la giusta quantità di proteine e carboidrati per aiutare a recuperare la muscolatura dopo l’allenamento. Gli atleti scelgono quindi le opzioni che meglio si adattano alle loro esigenze.
Gli articoli offerti sono semplici, a basso costo, e suggeriscono agli atleti come il nutrirsi per la performance è semplice e può essere facilmente replicato a casa.
Prima dell’allenamento, gli atleti americani scelgono brezel, frutta e barrette di cereali; dopo la pratica, mangiano trail mix (un composto di noci e frutta secca), burro di arachidi e gelatina, yogurt e latte al cioccolato.
Gli studenti sono interessati a diventare dietisti sportivi volontari per acquisire esperienza come lavoratori delle stazioni di rifornimento; i dietisti sportivi sono presenti per fornire un’educazione nutrizionale ed aiutare gli atleti a capire il legame tra nutrizione e prestazioni.