Pianezza (Torino), pronta la nuova pista di pump-track.

È stata riqualificata in città quella che in origine era una pista per BMX, inserendo un nuovo percorso dedicato a chi ama fare sport in bicicletta, sui roller e sullo skate.

Con un impegno economico di 130 mila euro, dei quali 90 mila per opere edili e oneri di sicurezza, è stata da poco portata a termine la nuova pista di pump-track di via Musinè, realizzata da Velosolutions.

Si è puntato a realizzare un impianto di pump-track a servizio del territorio comunale ma anche di interesse per un ambito più ampio come quello della Città Metropolitana di Torino. La disciplina sta infatti riscuotendo grande successo ma le strutture oggi in Italia sono ancora in numero ridotto, soprattutto con pavimentazione in asfalto.

Tutto il comparto in cui sorge la pista sarà oggetto di trasformazione, con l’obiettivo di dotare nell’immediato il Comune di una struttura amatoriale e agonistica per alcune occasioni e, nel corso del tempo, affiancare altre attività connesse al ciclismo, al benessere fisico e all’esercizio sportivo.

In tale ottica, la localizzazione del nuovo circuito consente di implementare la significativa offerta di attività e servizi pubblici presenti intorno a via Musinè, aumentando la presenza di infrastrutture dedicate a sport, tempo libero e benessere personale.

La pista avrà un utilizzo sportivo e ricreativo e potrà essere sfruttata da praticanti e atleti.

pianta pumptrack

 

La pista di pump-track e l’ambito di intervento

Il progetto ha previsto la demolizione della pista di ciclocross pre-esistente, ormai obsoleta e largamente inutilizzata, per ragioni di inquinamento acustico e ambientale e per l’incompatibilità della pratica della disciplina con la presenza di scuole e abitazioni nelle immediate vicinanze. In seguito si è proceduto con la modellazione del nuovo circuito adatto alle biciclette attraverso la formazione di dune rilevate, curve paraboliche, salite e discese tali da poter essere percorse con apposite biciclette.

Prevedendo di poter aggiungere ulteriori attività sportive e ricreative nella stessa area, la pista è stata inserita in una porzione pari a circa un quarto della superficie totale di 5 mila metri quadrati.

Il progetto ha identificato alcuni ambiti diversificati che potranno essere realizzati nel corso del tempo:

  • nuova pista di pump-track nella porzione centrale del lotto, con recinzione e predisposizione per la futura realizzazione di uno specifico impianto di illuminazione nell’area;
  • definizione del percorso di accesso all’impianto sportivo da via Musinè e predisposizione dello spazio che potrà poi ospitare un parco giochi per bambini o un’area fitness nella zona sud;
  • definizione di un ambito nello spazio a nord/ovest a margine di via Norberto Bobbio dove si potrà prevedere un’area pavimentata su cui collocare una struttura per ristoro, noleggio bici o spogliatoi;
  • futura modellazione di un’area per mountain bike “skill area” con un percorso ciclabile sterrato, ostacoli artificiali in legno e pietra.

pianezza foto 1

Nello specifico il progetto esecutivo ha poi compreso:

  • eliminazione dei copertoni che delimitavano il percorso della pista di motocross;
  • rimozione delle porzioni asfaltate presso l’ingresso sud;
  • parziale rimodellazione del terreno, con particolare riferimento all’ingresso sud;
  • creazione della pista di pump-track:
  • ridefinizione dell’accesso sud, con area pavimentata e messa in opera di nuovo cancello;
  • creazione percorsi ciclopedonali interni e piantumazione spazi verdi;
  • realizzazione recinzione metallica plastificata per intercludere la pista.

I lavori di modellamento del terreno sono stati eseguiti dalla ditta F,G.Srl di Pianezza.

 

logo velosolutions 250px

Scheda:

Committente: Comune di Pianezza (TO)

Responsabile del Procedimento: architetto Raffaele Fiorelli

Progettazione e Direzione Lavori: architetto Simone Cola con ingegnere Anna De Giovanetti – Sondrio

Coordinamento della Sicurezza: ingegnere Francesco Tauriello – Pianezza

Realizzazione: Velosolutions.