Calcio, calcetto, atletica, beach volley e paddle: in dirittura d’arrivo il centro sportivo di Pero (Milano)

Articolato e complesso l’intervento di ammodernamento e arricchimento del centro sportivo comunale, che la Mast sta portando a termine alle porte di Milano.

Il Centro Sportivo Comunale “Gianni Brera”, di proprietà del comune di Pero, è un importante polo di aggregazione sul territorio; il progetto in questione, a cura dell’architetto Paolo Vaccari, prevede lavori di ammodernamento, potenziamento e messa in sicurezza delle strutture già esistenti e la realizzazione di nuovi impianti per lo sport, e ha quindi lo scopo di offrire agli abitanti del comune lombardo e dei territori circostanti un impianto aggiornato e all’avanguardia, che risponda al meglio alle esigenze di tutte le discipline previste all’interno della struttura e alle attività di supporto, rendendo più funzionale e razionale la gestione complessiva dell’intero centro.

Nella gallery sopra, lo stato degli impianti prima dell’intervento; sotto, planimetria generale di progetto.

pero mast
Allo stato di fatto il centro sportivo è costituito da due campi da calcio a 11, spogliatoi suddivisi in tre diverse strutture, una tribuna e un rettilineo di atletica leggera. I lavori in corso da parte di Mast prevedono interventi di ri-funzionalizzazione, messa in sicurezza e adeguamento normativo e funzionale, come il rifacimento del manto in erba sintetica dei due campi da calcio, di cui uno rispetterà l’omologazione LND mentre sull’altro verranno tracciati internamente due campi da calcio a 7; o come i lavori di manutenzione straordinaria previsti per i blocchi degli spogliatoi. A questi saranno affiancati lavori per la realizzazione di nuove strutture, fra cui  2 campi da paddle, 2 campi da beach volley e un nuovo edificio adibito alle attività ricettive. Tutti gli edifici sono stati progettati con particolare attenzione all’invasività e all’impatto visivo, al rispetto delle normative riguardanti le barriere architettoniche e all’efficientamento energetico. A questo proposito tutti i locali saranno dotati di illuminazione LED ad incasso di varia potenza, ed è prevista l’installazione di un impianto fotovoltaico da 19.5 KW sul tetto della struttura per la reception.