Speciale Padel: le misure e il layout di un centro padel

Le misure contano: è la compattezza del campo, con il relativo risparmio di superficie, il fattore che ha determinato il boom del padel nei club dove quattro giocatori occupano 200 metri quadrati mentre per giocare a tennis – magari solo in due -ne occorrono 600.

Pubblicazione cartacea su: Tsport 345
misure e il layout campi da padel speciale tsport

Riprendendo le “Regole del padel” edizione 2021, dunque, le misure interne del campo sono di 10 x 20 metri, con una tolleranza dello 0,5%, a cui si deve aggiungere lo spessore delle pareti (di cui parliamo più avanti).
Va poi tenuto conto della sicurezza all’esterno del campo. Se le norme CONI obbligano ad avere almeno 1,50 m di spazio libero all’esterno di qualunque area di gioco, è logico pensare che, in presenza di pareti che circondano necessariamente il campo, la regola potrebbe perdere di significato.
In effetti, il Regolamento prevede una specifica disposizione definita “zona di sicurezza e gioco all’esterno” (punto F del Titolo I). Essa prevede, in corrispondenza di ciascuna delle due aperture di accesso al campo, “uno spazio minimo di 2 m di larghezza, di 4 m di lunghezza per ciascun lato e almeno 3 m di altezza” nel quale “non deve esserci alcun ostacolo fisico all’esterno del campo”.

Anche se non è esplicitamente chiarito, si intende che questo spazio è necessario per la regolarità di tornei in cui è valido il “gioco all’esterno” (“out-of court play”), appunto nell’area così delimitata.
Lo spazio da prevedere tra campo e campo, quindi, è determinata, più che dalle regole sportive, dalle norme di sicurezza dettate dai Vigili del Fuoco; di norma, la “via di fuga” tra le pareti di due campi, assimilabile a un corridoio in edifici pubblici, deve avere una larghezza minima di 1,50 m, sarà tuttavia l’organismo di controllo della prevenzione incendi che valuterà la misura ammissibile in base all’affollamento dell’ambiente e alle altre caratteristiche planimetriche e costruttive (una diversa interpretazione ammette anche 1,20 m pari allo spazio minimo per il passaggio di due persone).

Ai 10 metri di larghezza del campo, pertanto, in fase di progettazione del lay-out devono essere aggiunti 1,5 metri per lato, portando lo spazio minimo necessario a 13 metri. L’abbinamento di più campi, posti in parallelo, consente però di sfruttare la distanza minima sia per l’uno che per l’altro, risparmiando così 3 metri per ogni nuovo campo aggiunto.
La scelta di un attento posizionamento dei campi in sede di progetto è particolarmente importante laddove si intenda realizzare una serie di campi coperti: è evidente che per i campi esterni il problema dello spazio è meno vincolante.

Misure dei corridoi di distribuzione tra i campi.
A sinistra: Get Fit di via Pinerolo a Milano (foto BG / Tsport). A destra e al centro: Kira Padel di Osio Sopra (Bergamo).

La disposizione in pianta dei campi coperti più efficace è dunque quella dei campi paralleli. Nel senso della lunghezza occorrerà sempre uno spazio pari a 20 metri per il campo, più un generico spazio di sicurezza (suggerendo di mantenere almeno l’1,5 richiesto dalle norme Coni) oltre allo spessore delle eventuali strutture di sostegno della copertura: in totale, circa 24 metri.
Nel senso della larghezza, occorreranno 10 metri per ogni campo, più 1,5 per ogni corridoio tra un campo e l’altro, oltre all’inizio e alla fine della serie: quindi 13 metri per un campo, 24,5 per due campi, 36 per tre campi, oltre allo spessore dei sostegni di copertura.

Dove è carente lo spazio in larghezza, si scelgono abbinamenti in linea, in genere non più di due campi: in larghezza occorreranno 13 metri, mentre in lunghezza è poco significativo lo spazio necessario tra l’uno e l’altro e alle estremità; occorreranno comunque 40 metri per i campi più gli interspazi.
Un centro padel che vuole offrire contemporaneamente più occasioni agli ospiti, studierà un maggior numero di campi, disponendoli parte all’interno che all’esterno.
Fra i club che abbiamo potuto esaminare, fra quelli realizzati ex-novo, quello più completo ad oggi risulta il Seven Padel Village di Siracusa, dotato di 12 campi; otto di questi sono realizzati sotto un’unica copertura, e sommano la disposizione in linea con quella in parallelo, richiedendo uno spazio totale di 49×57 metri. Una seconda struttura ospita altri due campi in parallelo, mentre un’altra coppia è all’aperto.

Un altro centro con un’offerta articolata di campi è il Country Sport Village di Paderno Dugnano (Milano), che raccoglie sotto un’unica copertura 6 campi; all’esterno sono presenti altri 3 campi da padel oltre a spazi per il tennis, il beach volley e il calcetto.
Lo spazio in larghezza è organizzato per contenere un campo in lunghezza e uno in larghezza, per un totale di circa 38 metri, mentre in lunghezza occorrono 55 metri. La singolarità di questa disposizione deriva dal fatto che in questo caso si è utilizzato lo spazio prima occupato da un campo di calcio a sette: nei 55 metri di lunghezza non era possibile arrivare a disporre cinque campi da padel paralleli, e lo spazio è stato sfruttato al meglio con quattro campi paralleli più due messi trasversalmente.

Altri layout particolari sono spesso dovuti alla necessità di riutilizzare ambienti già esistenti; così, ad esempio, tenendo sempre a mente la regola degli spazi di sicurezza, nell’impianto di Torgiano (Perugia) si sono sfruttate le navate di un edificio industriale ricavando sette campi tutti con il medesimo orientamento.
Nel Bovisa Padel Club, a Milano, l’edificio che copriva un bocciodromo accoglie oggi due campi di padel in parallelo, mentre nello spazio residuo sono stati conservati un campo da bocce e uno destinato al padeball, che richiede misure ancora più ridotte.

Soluzioni su una luce di 25/26 metri

Per lo sfruttamento ottimale delle luci raggiungibili con la struttura di copertura (in questo caso la Woodpad in legno lamellare di Cis 2000), con una larghezza di 25,10 metri è possibile disporre più campi affiancati (in qui bassso a sinistra: nell’esempio, te campi per una lunghezza di 37,84 m). Portando la luce a 26,50 i campi possono essere affiancati a coppie, ricavandone quattro su una lunghezza di 47,50 (qui in basso a destra).