Speciale Padel: Padel Pisa,un progetto di Gau Arena

Il progetto nasce dalla volontà di Sentinel Group di rivalutare un’area privata di circa 8990 mq, in zona Barbaricina (Pisa), allora inutilizzata, e adibirla a centro sportivo per il padel.

Pubblicazione cartacea su: Tsport 345
padel pisa hero padel gau arena

É con grande entusiasmo che noi di GAU Arena presentiamo questo progetto che sarà vero e proprio modello innovativo nel campo dei centri sportivi. Un centro sì dedicato ad una disciplina in forte espansione come il padel, ma che offrirà un’esperienza a 360 gradi.
Un progetto che si apre completamente alla città e che sarà connesso ad una cornice di spazi ad uso pubblico come percorsi vita e aree a verde attrezzato.
E’ stata scelta un’architettura riconoscibile, funzionale e plasmata nel verde, che permetta all’utente di godere dell’intero complesso prima e dopo il match grazie a servizi come, il ristorante, lo shop, i giardini e le aree fitness esterne.

Arch. Gino Zavanella,
arch. Riccardo Cefarelli

Il grande sviluppo della tendenza legata a questo sport ha invocato questo tipo di scelta con la consapevolezza che quest’opera possa rappresentare un vero e proprio fiore all’occhiello per la comunità intera.
È stata posta una grande attenzione al percorso progettuale affinché il nuovo centro si plasmi completamente con il territorio; per questo il progetto si orienta su altezze massime molto limitate (un solo livello di edifici dai 3,80 ai 4,20 metri), utilizzo di materiali semplici, di colorazioni in facciata simili a quelle degli edifici circostanti ed un massiccio uso del verde.

Secondo degli studi tecnico-economici e confrontandosi con centri simili in Italia si è deciso di affiancare alla “zona sportiva” circa 327 mq di spazi di supporto.
La disposizione spaziale del lotto è stata studiata privilegiando posizioni più vicine alle strade per le funzioni più rumorose, andando a rispettare così la vivibilità del centro abitato; si è scelto di concentrare il complesso edificato nella parte est del lotto, ben visibile rispetto all’ingresso.
La zona est, lungo via Vecellio, ospita il parcheggio e i servizi connessi all’attività sportiva: l’utente viene accolto in uno spazio reception/shop/ufficio (circa 40 mq) baricentrico dove avrà la possibilità di raggiungere il bar-ristoro (60 mq) tramite un corridoio vetrato o dirigersi verso i servizi sportivi e gli spogliatoi.
Gli spazi tra parcheggio e zona campi risulteranno permeabili con un’alternanza interessante fra assi visivi, verde e costruito. Una volta oltrepassato l’edificio tramite i corridoi verdi l’utente si troverà in un giardino filtro che ospiterà un’area a gazebo di supporto dell’attività di ristoro; questo spazio relax pre-post partita risulterà il vero cuore pulsante del centro sportivo, nella consapevolezza della forza sinergica che un ambiente naturale può conferire ad attività di questo genere. Da questo spazio verde intermedio dei percorsi condurranno alla zona sportiva in cui troviamo 6 campi esterni e 4 campi coperti da una tensostruttura con teli sfilabili.

Le principali scelte progettuali

L’andamento degli edifici risulta articolato ma unitario, con l’obiettivo di creare un disegno dinamico, esteticamente piacevole ma rispettoso; l’utilizzo di ampie vetrate rende le parti edificate leggere e trasparenti, garantendo un collegamento visivo continuo all’area verde sportiva e l’esterno.
Tutti gli spazi saranno accessibili senza alcuna barriera architettonica.
L’utilizzo dei materiali è stato studiato in maniera dettagliata con materiali e colorazioni rispettose con insite caratteristiche di durabilità, resistenza e manutenibilità, con utilizzo in facciata di intonaco effetto cemento natura.
Le pavimentazioni esterne dei percorsi saranno realizzate in cemento lisciato effetto natura grigio/marrone. Questo garantisce un senso di continuità con il verde utilizzato per i giardini e le aiuole perimetrali del lotto. Si è optato per un disegno organico dei percorsi che richiami le forme del territorio, con un asse principale evidenziato dal percorso di accesso ai 4 campi centrali: questo andrà ad inquadrare due gradoni acciaio a servizio dei due campi principali e confluirà nell’area ospitante la tensostruttura.

Le funzioni

Il blocco accoglienza sarà la prima funzione distinguibile una volta entrati nel complesso. Questa sarà segnalata tramite logo e richiami e sarà collegata in maniera protetta attraverso pensiline ai blocchi spogliatoi e palestra. Una volta varcata la porta di questo spazio reception l’utente troverà dei piccoli stand dedicati al Pro Shop e raggiungerà il desk di controllo/informazioni con un addetto; da qui potrà, a seconda delle sue esigenze, raggiungere il bar-ristoro tramite un corridoio vetrato o il percorso protetto esterno di collegamento agli spogliatoi. Alle spalle della zona accoglienza verrà realizzato un piccolo spazio ufficio dotato di wc.

L’utilizzo di ampie vetrate in questo primo blocco permette sia all’utente di intravedere i giardini retrostanti direttamente dal parcheggio, sia al gestore di avere piena visibilità delle situazioni esterne (anche dall’ufficio). Questa forte trasparenza è stata voluta sia per donare agli interni luminosità e freschezza sia per caratterizzare le architetture in maniera leggera e permeabile verso l’esterno. Le aperture per l’accesso e l’uscita saranno dimensionate per diversamente abili.
I due blocchi spogliatoi uomini-donne terminano lo sviluppo dell’edificio verso sud. Un passaggio trasversale permette agli utenti di avere un collegamento diretto e indipendente verso l’area giardini e verso i campi. Si sono ipotizzati due spazi spogliatoio separati per uomini (65 mq) e donne (55 mq) accessibili ed utilizzabili anche da utenti disabili e che siano sufficienti al massimo utilizzo del centro. Si è posta una massima attenzione nella divisione interna delle funzioni: la zona WC è vicina ma completamente separata dalla zona docce per minimizzare le possibilità di infezioni e propagazione batterica.

L’edificio dedicato al bar-ristoro è stato configurato in modo da permettere agli utenti di ristorarsi e rilassarsi nel pre o post partita. È uno spazio direttamente collegato al funzionamento del centro sportivo.
Il progetto prevede un edificio di altezza massima 4 metri, quindi leggermente più slanciato rispetto ai restanti blocchi. La facciata dell’edificio risulta inclusa all’interno di un unico breve aggetto che contorna l’edificio e che va a plasmarsi con il gazebo a copertura dei tavolini esterni.
La tendenza contemporanea in questi tipi di centri sportivi ci indirizza ad un allestimento di posti esterni per il ristoro e il relax e si prevede quindi di sfruttare lo spazio verde verso i campi in modo da garantire una zona protetta, schermata dal verde, ombreggiata dal portico e soprattutto lontana dal traffico d’ingresso al parcheggio. L’edificio bar-ristoro includerà un piccolo spazio cucina adiacente ad un’area di carico-scarico ed uno spazio accessorio.

I giardini centrali e il verde

Vero e proprio cuore del progetto saranno i giardini centrali che risulteranno abbracciati e plasmati dagli edifici, schermati da alberature e siepi sul perimetro del lotto e aperti verso la zona campi di gioco.
Saranno cosi caratterizzati dalla presenza di percorsi pedonali in cemento lisciato effetto natura che fungeranno da collegamenti fra le funzioni chiuse (spogliatoi, accoglienza, parcheggi, bar-ristoro e palestra) e i campi di gioco, andando a disegnare delle aiuole verdi.
È stata affiancata un’area verde ad uso pubblico nell’angolo sud-est lungo via Vecellio in adiacenza alle due particelle comunali preesistenti. Quest’area come da normativa sarà ad uso pubblico e il suo funzionamento risulterà indipendente da quello del centro sportivo. Ospiterà un giardino con sedute e alberature ad alto fusto e garantirà uno spazio importante per il relax e la sosta degli abitanti del quartiere.
Lungo il perimetro del lotto è stata progettata una fascia di rispetto dedicata al percorso vita con alcuni slarghi adibiti a stazioni gym. Questo interessante percorso sarà cucito e collegato alla viabilità ciclopedonale esistente, e connesso alla nuova area verde ad uso pubblico, in modo da creare un’importante continuità e percezione verde unitaria.

La zona campi di gioco

Volutamente posizionata nella parte centrale del lotto, la zona campi è cucita all’area giardini attraverso un collegamento pedonale, che rappresenta l’asse longitudinale di progetto. Questo sarà intervallato da aiuole, e servirà tutti i campi di gioco.

I due campi a nord considerati “principali” saranno della tipologia superpanoramici e avranno la caratteristica di avere la struttura con angoli vetrati per un’immersione totale dello spettatore nella partita. Gli altri campi saranno realizzati comunque da strutture in acciaio scure. Il viale confluisce nella zona ovest del lotto che ospiterà 4 campi coperti da tensostruttura realizzata in acciaio, schermata in copertura da teli sfilabili e da tendaggi impacchettabili sui suoi perimetri. Tutti i campi di gioco centrali rispetteranno in dimensioni, forme e distanze minime le normative vigenti in materia e saranno circondati da una pavimentazione in erba sintetica per garantire una continuità estetica e funzionale col campo di gioco.
Le pavimentazioni dei campi saranno in erba sintetica texturizzata colorazione blu.
Tutti i campi saranno dotati di illuminazione con pali di design.
Affianco al blocco spogliatoi sarà costruito un edificio adibito ad infermeria, spogliatoio istruttori e locali tecnici.

La tempistica

L’iter burocratico è iniziato nel mese di Settembre 2021 con la consegna della richiesta di Permesso di Costruire. Essendo l’area a destinazione verde sportivo ad uso pubblico il progetto è stato cucito per garantire una percentuale del lotto da adibire a spazi per la comunità. È stato quindi presentato un progetto unitario e un progetto più ampio che comprendesse non solo l’area sportiva “privata” ma un anello perimetrale di percorso vita che confluirà nell’area verde pubblica a ridosso di via Vecellio.
Il Permesso di Costruire è stato rilasciato nel mese di gennaio 2022; i lavori sono ufficialmente iniziati il 21 marzo e secondo previsione si auspica un’inaugurazione del centro sportivo per il mese di luglio 2022.

(Disegni e rendering: GAU Arena).